Bruno Pacini: Manifesto per il alvoro pubblico

Mercoledì, 03 Aprile 2013 12:41

lavoro



Il Direttivo provinciale della CGIL Funzione Pubblica di Arezzo ha elaborato
il “Manifesto del lavoro Pubblico"

 

 


Il Manifesto prova a mettere nero su bianco i problemi che la nostra società
attraversa.Ma nel contempo tenta anche di “rileggere”in chiave positiva e propositiva tutto
quello che semplicemente viene definito Stato Sociale.
Con lo scopo dichiarato di creare un’alleanza tra i settori della pubblica amministrazione,
del mondo del lavoro pubblico, di quello privato e di tutti i cittadini
fruitori dei servizi pubblici.
Alleanza che parte dalla presa di coscienza del valore etico ma anche economico
della pianificazione e del finanziamento dei servizi pubblici e del sostegno
all'iniziativa privata che s'intrecciano così, in modo inesorabile.
Siamo convinti che come cittadini stiamo subendo un attacco a quelli che
sono i Diritti fondamentali dei lavoratori (contratti sempre più precari e senza
alcun diritto, contratti bloccati, assenza di nuove assunzioni, lavoro nero) e, la
prevalenza dell’individualismo porta la cittadinanza a frammentarsi e a vivere
una situazione psicologica negativa.
La consapevolezza di una condizione più generale non attenua il senso di fallimento
e di instabilità che la maggior parte della cittadinanza oggi sta attraversando.
La non stabilità dell’occupazione e la minaccia ai servizi pubblici, ci porta ad
una non stabilità nella costruzione stessa della vita, e questo non è un problema,
come si potrebbe credere del singolo, bensì del collettivo.
La realizzazione del “Manifesto del lavoro pubblico” vuole rappresentare, partendo
dai lavoratori del pubblico impiego, ma allargando il coinvolgimento a
tutta la società civile: semplici cittadini, studenti, lavoratori pubblici, privati,
precari, disoccupati, associazioni,istituzioni, ovvero tutte quelle forze disposte
al confronto, per aprire la strada ad una nuova prospettiva e ad una nuova
idea di socialità, di società, di diritti e di beni comuni inalienabili.
Per questo stiamo lavorando alla realizzazione di un forum “del lavoro e dei
diritti e dei beni comuni inalienabili” , dal nome “IO TI PUBBLICO: i servizi
bene comune, il diritto ad avere diritti”, che avrà luogo ad Arezzo nei giorni 25
e 26 Maggio 2013, dove tutti saranno invitati a partecipare attivamente al fine
di confrontarsi e di cercare di creare assieme un movimento che rivendichi i
diritti fondamentali dell’individuo appartenente ad una comunità (diritto alla
vita, al lavoro, alla sicurezza sociale, all’istruzione..).