la oaola on la annuccia

Sabato, 06 Aprile 2013 09:58

 

toscana

 

Cosa ha di speciale la parlata toscana? E come si differenzia fra le varie province? Presto lo potremmo sapere tutti grazie ad un progetto dell'UNISI di Arezzo che si chiama Grammo-fono


 

 

Il professor Luciano Giannelli, studioso di primo piano delle parlate toscane che ha descritto a tutti i livelli linguistici, a partire dalla celebre monografia intitolata “Toscana” del 1976, interverrà domani, giovedì 4 aprile, alle ore 14 al campus del Pionta per una lezione-seminario. L'incontro si svolge nell'ambito del corso di Glottologia e Linguistica generale tenuto dalla professoressa Silvia Calamai.

 


L'interesse scientifico di Giannelli, che è stato professore di Glottologia all'Università di Siena e ha insegnato anche Firenze e in altri atenei italiani, non ha riguardato solo la Toscana: ha infatti indagato a lungo, e con numerose pubblicazioni, le lingue native d'America, nonché i temi della loro conservazione e trasmissione. Sia per le varietà toscane, che per le lingue native d’America si è occupato di problemi di resa in scrittura di produzioni orali. Proprio quest'ultimo argomento affronterà domani con gli studenti del corso di Glottologia e Linguistica che ogni anno si confrontano con un lavoro seminariale, spesso una vera e propria ricerca originale.