nuove acque

 

 

 

Ce ne parla il consigliere comunale dei Popolari per Arezzo Luigi Scatizzi

 

 

scatizzi

 

I patti parasociali che regolano l'operato di Nuove Acque sono scaduti dal 2008. Da cinque anni, dunque, manca un qualsiasi documento che chiarisca la gestione dell'ente e che indichi i rapporti tra questo e le amministrazioni. Ad aver posto il problema nel corso dell'ultimo consiglio comunale sono stati i Popolari per Arezzo che si sono rivolti all'assessore competente Paola Magnanensi per chiederle di porre rimedio a questo vuoto e di provvedere rapidamente ad un rinnovo degli accordi tra l'amministrazione e Nuove Acque. «La ridefinizione dei patti parasociali - spiega il consigliere Luigi Scatizzi, - permetterà di recuperare il ruolo pubblico nella gestione di un bene tanto prezioso come l'acqua e di attuare ad Arezzo quanto previsto dal referendum del 2011».


bianchi



Sull'argomento siamo riusciti ad avere anche il parere del consigliere comunale del M5S Lucio Bianchi