parrocchia

 

La parrocchia di Santa Croce e San Gemignano prende le distanze dal comitato NO-WAVE

 

 

 

in questi giorni la parrocchia di Santa Croce si trova un una situazione
particolare, e non perche gestisce un flusso costante di persone bisognose
come non molti sanno, svolgendo un importante azione sociale oltre che etica
o religiosa, ma per due vicende che a quanto pare sembrano aver poco a che vedere
con la volontà di Don Francesco Bernardini, tirato in causa di più parti
per due questioni, quali: l'arrivo di Arezzo Wave nel parco cittadino di Villa
Severi e l'ipotesi di una nuova chiesa, con annessa urbanizzazione nella
parte Nord della Città nella zona fra il cimitero e l'acquedotto vasariano.

 

parrocchia1

 

Quando ho incontrato Don Francesco, ho avuto la sensazione che fosse
totalmente estraneo alla volonta di raccogliere le firme contro Arezzo Wave.

 

parrocchi2


Putroppo nei volantini che il comitato ha distribuito, quelli che invitano a
firmare contro Il festival è riportato come luogo di raccolta per i moduli
proprio la Parrocchia di S.Croce e San Gemignano con tanto di orario.

 

Poi si è sparsa una voce, che smentiamo oggi ufficialmente, che alla fine
delle omelie Don Francesco invitasse a firmare contro il festival come
si dice succeda nella Parrocchia di SS Pietro e Paolo e una foto ha mostrato uno

dei volantini distribuiti dal comitato no-wave i cui portavoce sono Cerofolini e Nocentini,

con epiteti dal tono denigratorio e dispregiativo che invitano all'odio per certi aspetti…