Eugenio Finardi: Fibrillante

Sabato, 08 Marzo 2014 12:09



E' uscito il 28 gennaio da Universal Music Italia  il nuovo album di Eugenio Finardi, “Fibrillante”.



 
“Fibrillante” è il primo album di inediti in italiano che Finardi pubblica nel nuovo Millennio, a quindici anni da “Millennio”. Quindici anni in cui l’Artista milanese  ha esplorato i confini della sua musicalità riuscendo, caso più unico che raro, a spaziare con successo dal Blues al Fado, dalla musica spirituale alla classica contemporanea, allargando i propri orizzonti e quelli del suo pubblico, fino al recupero di filoni di musica popolare ed ardite sperimentazioni ed incroci jazz.



Ora il cerchio si chiude con il ritorno di Eugenio alla sua ispirazione originaria, quella dei suoi album Cramps come i mitici “Sugo” e “Diesel”. La produzione di Max Casacci prosegue con entusiasmo l’incontro del 2012  per il brano “Nuovo Umanesimo” e amalgama suoni vintage alle più contemporanee sonorità, dando ai brani, scritti con Giovanni Maggiore e il resto della sua giovane band, una veste attualissima e al contempo assolutamente “finardiana”.



 
Racconta Finardi “Questo disco ha cominciato a prendere vita nella sala prove Loop Company di Strada del Drosso, a Torino, quando io e la Band (Marco Lamagna, Paolo Gambino, Claudio Arfinengo e Giuvazza) ci siamo trovati nell’ottobre 2012 per tre giorni di brain storming durante i quali abbiamo giocato con un mare di idee e spunti musicali” .





Hanno preso il via così le 10 tracce dell’album. Canzoni come “Cadere sognare”, “La storia di Franco”, sembrano fatti di cronaca trasposti in musica, mentre “Come Savonarola” lascia esplodere l’urlo che diviene il tema dominante dell’album, urlo ripreso anche in canzoni come l’iniziale “Aspettando” e la conclusiva “Me ne vado”. Ma la fiducia nell’uomo, in Finardi, è più forte di qualsiasi critica o crisi.  “FIBRILLANTE” contiene canzoni delicate, quasi a risarcire le persone della durezza dei tempi: “Lei si illumina”, “Le donne piangono in macchina” e “La storia di Franco” regalano momenti di grandissima emozione, mentre la title-track e “Fortefragile” sono due dichiarazioni d’amore appassionate e vitali, che amalgamano serietà e divertimento.