Adriano Viterbini: Film o Sound

Sabato, 14 Novembre 2015 12:41

 

 viterbini

 

 

 

E' uscito il 23 ottobre 2015 per Bomba Dischi

 

 

 


Adriano Viterbini è il chitarrista dei Bud Spencer Blues Explosion e chitarra solista su diversi progetti musicali ultimo, non certo per importanza, Fabi, Silvestri, Gazzè con cui ha suonato nel disco "Il padrone della festa" e in tutto il tour. Il suo secondo disco solista uscirà per Bomba Dischi (etichetta che seguo molto da vicino in quanto fondatore). E' un disco importante per un chitarrista importante, senza dubbio tra i migliori in Italia in questo momento, se non il migliore (senza falsa modestia). L'album è ricco di collaborazioni: da Enzo Pietropaoli a Fabio Rondanini (Calibro 35 - Afterhours) da Bombino ad Alberto Ferrari dei Verdena alla voce sull'unico pezzo cantato del disco.

 

 

 

viterbini1

 

 

In questo suo percorso Viterbini non è stato solo, ma ha avuto accanto per ogni tappa degli incredibili compagni:

 

Marco Fasolo dei Jennifer Gentle, prezioso alla produzione artistica, Fabio Rondanini (CALIBRO 35, Afterhours), Stefano Tavernese, Enzo Pietropaoli, Bombino, Jose Ramon Caraballo Armas (Daniele Silvestri Ufficiale, Bandabardò) e Alberto Ferrari (Verdena), special guest nel classico di Sam Cooke "Bring it on home ", unico brano cantato del disco.

 

Il titolo del disco è il frutto di un'intuizione stessa di Adriano. Il Filmosoud era infatti un proiettore a bobine della Bell & Howell, creato negli anni 40, compatto e portatile con audio intergrato, utilizzato sopratutto per conferenze nelle aule universitarie.
La sezione audio valvolare e lo chassis con cono da 8 pollici del Filmosound ha di fatto una resa ottima se utilizzato come amplificatore per chitarra elettrica.

 

viterbini2

 


Ed è proprio con questa sezione audio che Adriano ha registrato l'album assecondando una visione complessiva oltre che un instancabile desiderio di ricerca sonora. Film O Sound diventa così un evocativo gioco di parole, un disco da immaginare oltre che da ascoltare. Un "album globetrotter", crocevia tra i suoni del nord e del sud del mondo, un viaggio attraverso l’Africa, il Sud America e gli States, in undici tracce di vera e propria antropologia musicale.