Med In Itali: Coltivare piante grasse

Sabato, 22 Settembre 2012 11:46

 

 

med

 

Colpito e affondato, al primo ascolto. Una bella realtà si aggiunge al panorama della musica italiana. Ascoltare per credere!

 

 

L’obiettivo di questo disco è stato quello di realizzare un viaggio il più variopinto possibile, mantenendo come filo conduttore la nostra natura allo stesso tempo ironica e riflessiva – dichiarano Niccolò Maffei e Matteo Bessone, i due leader del gruppo -. In quest’ottica il titolo stesso e la copertina, realizzata dall’artista Senda Dons, oltre che essere un richiamo ad una delle canzoni del disco a cui teniamo di più, rappresenta anche un gioco di parole che racchiude in se lo spirito della band: le piante grasse non si coltivano.


med1



Da quando è nato il progetto Med In Itali abbiamo sempre prediletto la dimensione dal vivo, aspettando che i tempi ed i brani fossero sufficientemente maturi per affrontare una pubblicazione ufficiale. La lunga gestazione del disco e le esperienze che abbiamo vissuto in questo periodo hanno rappresentato un percorso fondamentale per raggiungere il sound che cercavamo, ma soprattutto hanno rafforzato le motivazioni e fornito gli anticorpi per sopravvivere in questo ambiente musicale così complesso. Detto questo, citando Duke Ellington: non esistono i generi musicali, esiste la buona e la cattiva musica. E noi speriamo di far parte della buona.