Naturalmente, di Enrico Valentini. 20 febbraio 2013

Mercoledì, 20 Febbraio 2013 10:19

amicibiciarezzo

 

Visitate il sito di Amici della Bicicletta Arezzo: http://adbarezzo.altervista.org/blog/

 

 

Naturalmente mercoledì 20 febbraio ‘13

Buon giorno cari amici di Radio Wave, oggi è mercoledì 20 febbraio e parliamo del decennale del circolo Amici della Bici FIAB Arezzo.

Una sera di gennaio del 2003, precisamente il 21, presso il “Centro Francesco Redi”, in via della Fioraia, una quindicina di ciclisti urbani ed extraurbani, fondarono il Circolo degli Amici della Bici, che aderì immediatamente alla FIAB (Federazione Amici della Bicicletta). Presidente fu nominato Claudio Bondi ed io fui scelto come segretario, il Consiglio Direttivo era composto da 10 membri, di cui la metà sono ancora presenti nel CD attuale.

Da subito si pose il problema, come da statuto, della promozione e dello sviluppo della cultura e della pratica della mobilità ciclabile; l’uso della bici come mezzo ecologico, economico, semplice ed ergonomico.

In articolare all’articolo 4 dello statuto si elencavano una serie di finalità, che potevano sembrare velleitarie, ma che in realtà erano tremendamente necessarie ed attuali (e lo sono tutt’ora). Si parlava di realizzazione di piste ciclabili (allora pressoché inesistenti) di adottare provvedimenti per la sicurezza stradale e di critica all’uso smodato dell’automobile. Di organizzare escursioni in bici per i soci, nel tempo libero. Di realizzare itinerari cicloturistici, di elaborare studi, piani di fattibilità e ricerche per la mobilità ciclabile da proporre agli enti pubblici. Di organizzare convegni e di intervenire nella scuola per divulgare e promuovere la cultura del ciclismo urbano ai fini trasportistici e turistici. Insomma il sodalizio aveva la ambizione di proporre alla città di Arezzo, un modello “olandese” o perlomeno “padano”; pareva che ancora agli inizi del XXI° sec., la cultura ciclistica si fosse fermata tra sopra l’Appennino o al massimo al Bisenzio.

Si stabilirono i primi incontri con l’allora giunta Lucherini e quantomeno, ci fu ascolto e considerazione.

La prima uscita pubblica fu l’11 maggio del 2003, con Bimbimbici; fu un successo insperato! Il primo di una lunga serie che dura tutt’ora. Fabio Masotti, degli amici di Siena, che presenziò alla nostra prima riunione, lo disse: “basta che andiate nelle scuole a fare un po’ di propaganda e la gente e i bimbi vengano….” Allora come oggi, si pone il problema della sicurezza nei percorsi casa scuola e il problema (annoso e irrisolto) di allontanare le auto dalle scuole!

Da allora ne abbiamo fatta di strada, tanto che abbiamo consumato diversi copertoni….. L’anno scorso abbiamo tenuto ad Arezzo il congresso nazionale della FIAB, ed è stato un grosso evento anche organizzativo. In questi anni sono state realizzate numerose piste ciclabili, la ciclabilità urbana è migliorata. I rapporti con le istituzioni sono collaborativi: abbiamo una convenzione con la Provincia di Arezzo per quello che riguarda la mobilità extraurbana; in particolare mi piace ricordare la bella realizzazione del “Sentiero della Bonifica”, la progettazione della ciclopista dell’Arno (in parte finanziata) e la ipotesi di ricupero della vecchia Ferrovia del Torrino ecc…. Con il Comune di Arezzo stiamo rinnovando la convenzione per il proseguo dello “sportelo della bicicletta”, per superare i punti critici delle piste ciclabili ecc… Voglio ricordare la fattiva collaborazione per il miglioramento e la messa a norma del collegamento ciclabile Stazione –Chiusa dei Monaci ….

Da anni il nostro programma di gite sociali è ricco e variegato: dalle “ferrovie dimenticate” al FAI di Primavera, alla gita Treno più bici di Pasquetta (quest’anno torneremo al Trasimeno), a Resistere Pedalare Resistere, gita sui luoghi della memoria e della guerra di liberazione e tante altre gite interessanti, a iniziare dal bici Italia Day al cicloraduno nazinale eccetera…

Ogni anno, a settembre, in occasione della settimana europea della mobilità sostenibile, eseguiamo il censimento dei ciclisti. Di anno in anno, si osserva un lento aumento della modalità di spostamento in bicicletta. Nell’occasione del censimento, abbiamo instaurato un simpatico premio: per chi va in bici offriamo un cioccolatino..

Dagli iniziali 15 soci, siamo passati l’anno scorso a oltre 260! (seconda associazione FIAB in Toscana dopo Firenze). Il gruppo dirigente, sia pure nella continuità, via via si rinnova di anno in anno… Il numero di soci attivi è in costante crescita, in particolare durante Bimbimbici…. Abbiamo una costante e proficua collaborazione con le scuole… Collaboriamo con le altre associazioni ambientalistiche nel CEAA. Ogni anno, in occasione della assemblea ordinaria, facciamo anche la cena sociale (sempre affollata)…. A proposito, sabato prossimo festeggeremo il nostro decimo compleanno al DLF, con cena e ballo (visitare il nostro sito AdB Arezzo)…..

Alla prossima Enrico Valentini Radio Wave